MOI1 (BL)


Anno accademico: 2021–2022
SSD: L-LIN/12
Corso: Lingua inglese
Insegnamento: Mediazione orale inglese 1 (MOI1) BL
CFU: 5
Docente: Vittoria Rubino (v.rubino.vi@fusp-edu.it)


Descrizione

Il corso rappresenta un approfondimento della introduzione alla mediazione orale con particolare attenzione alle tecniche che le sono proprie, adeguate al livello linguistico e conoscitivo dei discenti in progressivo miglioramento, gettando le basi per la prossima formazione di competenti interpreti di conferenza. Il primo corso di MO verterà essenzialmente sull’apprendimento delle nozioni e competenze basilari per riuscire a veicolare il messaggio estrapolando dal testo i concetti chiave. Ci si concentrerà sulla capacità di sintesi per permettere di veicolare il messaggio concentrandosi sui concetti chiave del discorso. Si sottolinea l’importanza del potenziamento della comprensione della lingua che l’interprete deve idealmente saper maneggiare nel proprio lavoro per un’adeguata scelta dei termini e delle forme lessicali. Saranno oggetto del corso dapprima la comprensione orale, appositi esercizi di riformulazione e memorizzazione, riassunti orali di testi originali letti o ascoltati, role-play, interviste, la traduzione a vista e la creazione di glossari unitamente a qualche esercizio di public speaking. Si introdurranno gradatamente le tecniche dell’interpretazione di trattativa che serviranno per il corso di MOI2.

Nel primo come nel secondo semestre si utilizzeranno testi originali o semplificati della UE, di siti aziendali (con focus sulla storia aziendale e sulla panoramica dei prodotti/servizi offerti), nonché alcune incursioni nell’attualità con le maggiori testate britanniche o italiane. Argomenti: attualità ed economia (soprattutto aziende venete). In relazione a questo secondo argomento, saranno affrontate la tematica fieristica e le interviste commerciali, sia nel primo che nel secondo semestre, quando più ci si avvicinerà alla trattativa.

Obiettivi

  • Consolidare la capacità di comprensione orale, memorizzazione e riformulazione di testi orali e scritti.
  • Consolidare la conoscenza della lingua inglese e anche italiana dal punto di vista lessicale e terminologico.
  • Insegnare a veicolare un messaggio adeguato alla lingua e cultura del destinatario.
  • Apprendimento di aspetti di deontologia professionale indispensabili sul lavoro.
  • Incoraggiare il discente a riflettere sulle diverse manifestazioni professionali della mediazione linguistica e che cosa comporta.
  • Comprendere il ruolo dell’interprete in genere e di trattativa nello specifico.
  • Accompagnare gli studenti verso una discreta padronanza pratica di forme semplici di trattativa.

 

Valutazione

20%: al termine del primo semestre i discenti affronteranno una breve traduzione a vista (EN>IT) su argomenti riguardati la realtà aziendale (prodotti, storia aziendale, etica ambientale).

80%: prova finale d’esame consistente in una breve trattativa commerciale (tematica fieristica e/ o intervista) e in una breve traduzione a vista (EN>IT) su altre tematiche di attualità.

I testi saranno prevalentemente tratti da testi di organizzazioni internazionali,  maggiori testate britanniche e italiane, siti web aziendali, blog inerenti gli argomenti trattati. A questi si aggiungeranno semplici testi sulla tematica fieristica originali o creati ad hoc per i discenti dal docente.

Bibliografia

Appunti delle lezioni.

Materiale cartaceo, audio e/o video fornito durante le lezioni e messo a disposizione dei discenti online.

            Testi consigliati ma non obbligatori

Russo, Mariachiara, e Gabriele Mack. Interpretazione di trattativa, la mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale. Milano: Hoepli, 2005.

Monacelli, Claudia. Interpreti si diventa! Milano: Franco Angeli, 2007.

Cecco, Serena. Appunti di consecutiva. Manuale di interpretazione consecutiva dall’inglese all’italiano con esercitazioni pratiche. Milano: Gruppo Editoriale Viator, 2020.