MOI1 (BL)


Anno accademico: 2019–2020
SSD: L-LIN/12
Corso: Lingua inglese
Insegnamento: Mediazione orale inglese 1 (MOI1) BL
CFU: 5
Docente: Diana Pettoello (diana.pettoello.vi@fusp.it)


Descrizione

Il corso rappresenta un approfondimento dell’ introduzione alla mediazione orale con particolare attenzione alle tecniche che le sono proprie e adeguate al livello linguistico e conoscitivo dei discenti in progressivo miglioramento, gettando le basi per la prossima formazione di competenti interpreti di conferenza. Il primo corso di MO verterà essenzialmente sull’apprendimento delle nozioni e competenze basilari per riuscire a veicolare il messaggio estrapolando dal testo i concetti chiave. Ci si concentrerà sulla capacità di sintesi per permettere di veicolare il messaggio concentrandosi sui concetti chiave del discorso. Si sottolinea l’importanza del potenziamento della comprensione della lingua che l’interprete deve idealmente saper maneggiare nel proprio lavoro per un’adeguata scelta dei termini e delle forme lessicali. Saranno oggetto del corso dapprima la comprensione orale, appositi esercizi di riformulazione e memorizzazione, riassunti orali di testi originali letti o ascoltati, role-play, la traduzione a vista e la creazione di glossari unitamente a qualche esercizio di public speaking. Si introdurranno gradatamente le tecniche dell’interpretazione di trattativa che serviranno per il corso di MOI2.

Nel primo come nel secondo semestre si utilizzeranno testi originali o semplificati  delle maggiori istituzioni della UE e del Consiglio d’Europa. Gli argomenti saranno i diritti umani e la problematica del terrorismo. In più verrà affrontata la tematica fieristica, sia nel primo che nel secondo semestre, quando più ci si avvicinerà alla trattativa.

Obiettivi

  • Consolidare la capacità di comprensione orale, memorizzazione e riformulazione di testi orali e scritti.
  • Consolidare la conoscenza della lingua inglese e anche italiana dal punto di vista lessicale e terminologico.
  • Insegnare a veicolare un messaggio adeguato alla lingua e cultura del destinatario.
  • Apprendimento di aspetti di deontologia professionale indispensabili sul lavoro.
  • Incoraggiare il discente a riflettere sulle diverse manifestazioni professionali della mediazione linguistica e che cosa comporta.
  • Comprendere il ruolo dell’interprete in genere e di trattativa nello specifico.
  • Accompagnare gli studenti verso una discreta padronanza pratica di forme semplici di trattativa.

Al termine del corso i discenti dovranno:

  • Aver sviluppato una discreta capacità di sintesi e di riformulazione nonché una buona memoria a breve termine che permettano loro di veicolare un messaggio coerente e corretto in inglese e italiano (basato su un discorso originale in inglese e in italiano adeguato alle capacità degli studenti per terminologia, lunghezza e tecnica richiesta).
  • Essere in grado di svolgere bene una traduzione a vista di lunghezza commisurata al livello raggiunto durante il corso.

Valutazione

20%: al termine del primo semestre i discenti affronteranno due brevi traduzioni a vista (EN>IT & IT>EN) sugli argomenti previsti per tale tipologia di prova all’esame finale, in aggiunta ad una breve prova di riformulazione in inglese utile per verificare la padronanza della lingua.

80%: prova finale d’esame consistente in una breve trattativa commerciale (tematica fieristica) e in due brevi traduzioni a vista (IT>EN e EN>IT) sulle tematiche affrontate durante il corso (escludendo la tematica fieristica): terrorismo e diritti umani.

I testi saranno prevalentemente tratti da testi del Consiglio d’Europa e degli organi fondamentali della UE. A questi si aggiungeranno semplici testi sulla tematica fieristica originali o creati ad hoc per i discenti dal docente. Le due prove avranno la medesima importanza.

Bibliografia

Appunti delle lezioni.

Materiale cartaceo, audio e/o video fornito durante le lezioni e messo a disposizione dei discenti online.

Russo, Mariachiara, e Gabriele Mack. Interpretazione di trattativa, la mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale. Milano: Hoepli, 2005.

Carraro-Tomanek, Annamaria. Manuale dell’interprete di trattativa. Interprete di trattativa – una professione polivalente. Milano: Arcipelago Edizioni, 2013.

Oxford Dictionary of English. Oxford: Oxford University Press, 2013.

Oxford Thesaurus of English. Oxford: Oxford University Press, 2009.

Pittano, Giuseppe. Sinonimi e contrari. Dizionario fraseologico delle parole equivalenti, analoghe e contrarie. Ediz. Minore. Bologna: Zanichelli, 2009